10/09/2020

Fanta Aste. L' asta del fantacalcio che diventa una app

Intervista a Lorenzo Vincenzi, giovane sanfeliciano e sviluppatore di applicazioni, che ci racconta la sua intuizione utile a rendere più pratico l'immancabile appuntamento per gli appassionati di questo gioco.

Il mondo degli smartphone e delle app è in continua rapida evoluzione. Ogni giorno nascono nuovi prodotti che da un giorno all'altro acquisiscono una notevole popolarità. Spesso bisogna andare nel nuovo continente o in Estremo Oriente per trovare le sedi dei colossi proprietari di queste app, ma a volte anche in un piccolo paese della bassa modenese possono nascere delle idee innovative.

Questa è la storia di Lorenzo Vincenzi, un ragazzo di 27 anni laureato in Informatica a Modena e oggi sviluppatore di applicazioni, che come Piazza del Mercato abbiamo intervistato per conoscere la sua recente creazione, ideale per gli amanti e gli appassionati del Fantacalcio.

La prima cosa che abbiamo chiesto a Lorenzo riguarda la sua esperienza universitaria e l’argomento su cui ha scritto la sua tesi:

”La mia tesi descriveva il progetto della creazione di un sistema che fosse l’unione dei principali servizi offerti da TripAdvisor, ossia The Fork e Just Eat. Devo ammettere, qualcosa di sicuramente ambizioso e un po' aldilà delle mie conoscenze all'epoca.
L'idea però era buona, infatti due mesi dopo la mia laurea TripAdvisor ha acquisito TheFork ed integrato tutte le sue funzionalità”.


Ci mettiamo quindi a parlare della sua vera e propria intuizione e, conseguentemente, creazione di un’applicazione utile e funzionale agli appassionati di Fantacalcio:

“Qualche tempo dopo, tre sere prima di una delle tante interminabili aste del fantacalcio, mi è venuta l’idea di creare un'app per gestirle. Verificato che non vi fosse nulla di simile sugli store, in un paio di sere ho creato per utilizzo personale la primissima versione che consentiva la gestione fino a tre aste, la visualizzazione del numero di giocatori acquistati dai partecipanti e l'acquisto dei giocatori, attraverso un semplice +1 o -1”.

Ne approfittiamo anche per approfondire qualcosa di più sul funzionamento e naturalmente sul nome, oltre all’accoglienza che questa applicazione ha avuto tra gli appassionati:

”Il nome che ho scelto è Fanta Aste. Noto che il funzionamento sta piacendo a tutti gli appassionati per la sua semplicità. La schermata di riepilogo dei partecipanti all'asta credo rappresenti la carta vincente del progetto. In un'unica schermata è possibile vedere il riepilogo dei crediti residui e il numero dei giocatori acquistati per ciascun ruolo.

Dato l'apprezzamento ho quindi deciso di pubblicarla sullo store per metterla a disposizione di tutti e di aggiungere nuove funzionalità per renderla più completa. L'acquisto dei giocatori si trasforma e vengono aggiunti i nomi dei giocatori di tutte le rose della Serie A, compare la lista degli svincolati per dare una visione dei soli calciatori “liberi” e vengono aggiunte statistiche su partecipanti, calciatori e altro ancora”.


Chiediamo a Lorenzo se la app ha dei costi per chi la scarica:

”Tutto è completamente gratuito perchè Fanta Aste è nata e rimarrà sempre no-profit. C'è la possibilità di acquistare un abbonamento al costo di 1,99€ per sbloccare tutte le funzionalità senza dover guardare, ogni tanto, un breve video pubblicitario. I soldi raccolti servono solamente per pagare le spese di gestione e vengono reinvestiti per migliorare sempre di più il servizio”.

Ci congediamo chiedendo quale è stato l’incremento dei numeri di Fanta Aste e per quali motivi un appassionato di Fantacalcio dovrebbe scaricarla:

”Il progetto è partito velocemente è già dalla successiva estate vengono superati i 1000 download unici della versione per dispositivi Android e sempre più utenti inviano delle email per richiedere nuove funzionalità. In particolare gli utenti hanno chiesto la versione per dispositivi Apple, uscita ufficialmente ad Agosto di quest’anno.

Agli inizi di Settembre 2020 ho assistito al vero e proprio “decollo” di Fanta Aste, poichè sono stati superati i 7000 download con uno scatto in avanti enorme e in un paio di settimane anche la versione per sistema operativo iOS è poco sopra i 1000 download unici.

E’ ovvio che vista a fianco di colossi come Facebook, Instagram o TikTok, quelli di Fanta Aste sono numeri modestissimi, ma ci sono alcune considerazioni di cui tenere conto.

Fanta Aste è nata per un’esigenza personale e il target di utenti è molto localizzato, perchè il Fantacalcio è un gioco esclusivamente italiano. Così come è molto circoscritta nel genere e nell’età, in quanto è utilizzata al 98% da maschi nella fascia d’età compresa tra i 18 e i 35 anni (85% dei download,ndr). Seguendo la stessa logica, Fanta Aste viene utilizzata anche per un arco di tempo molto limitato durante l’anno, ossia nei mesi di agosto e settembre ad inizio campionato e per il mercato di riparazione di febbraio”.


Lorenzo ci ha anche lanciato un appello per provare la sua app e le funzionalità che la accompagnano:

”Siamo a Settembre e per via del Covid è questo il mese, assieme ad Ottobre, in cui si svolgeranno le aste per la stagione 2020/21. Se volete anche solo provarla vi basta cercarla sul Play Store o su Apple Store. Chissà che Fanta Aste non faccia proprio al caso vostro!”.
Argomenti: 
Condividi: 
Web designer: Alex Mengoli